[ Stampa la scheda ]

TEJA CASIMIRO
(a destra EDOARDO RUBINO, Busto di Casimiro Teja, piazza IV Marzo, Torino, 1904)

Data e luogo di nascita:  Torino, 1830

Data e luogo di morte:  Torino, 20 ottobre 1897

Biografia:   Illustratore satirico e caricaturista italiano.
Dopo aver frequentato l’Accademia Albertina divenne un noto disegnatore e caricaturista torinese nel momento in cui, a partitre dall’Unità d’Italia (1861), il diffondersi dei giornali umoristici fece dei disegnatori di questo tipo dei ricercati professionisti.
Fu l’inventore della famosa frase “Piove, governo ladro!”, apparsa per la prima volta sul “Pasquino” nel 1861, in occasione di una dimostrazione dei mazziniani fallita a causa della pioggia (Cfr. ALFREDO PANZINI, Dizionario moderno, 1905): la frase nacque come didascalia di una vignetta.
Collaborò dapprima al periodico il Fischietto con lo pseudonimo Puff e poi al Pasquino che sotto la sua direzione divenne il più importante giornale umoristico italiano.
Nel 1859 espose alla Promotrice di Torino Beneficienza e beneficati.
Divenne socio della Società degli Acquafortisti nel 1874.
Frequentò le rinascenti logge massoniche torinesi, come del resto molti esponenti della sinistra liberale come Agostino Depretis e Francesco Crispi.
Gli fu dedicato un monumento ad opera dello scultore Edoardo Rubino in piazza IV Marzo a Torino (1904).

Bibliografia:  Catalogo degli oggetti d’arte ammessi alla pubblica esposizione aperta il 1° maggio 1859 nel palazzo dell’Accademia Albertina per cura della Società Promotrice delle Belle Arti in Torino, V. Bona, Tip. della Reale Accademia Albertina, 1859, 22;
STELLA 249;
JUGLARIS, Memorie storiche – I;
COMANDUCCI (1934) 722;
GIUBBINI 281-282;
BELLINI 399

Scheda a cura di:  FB


Frontespizio de “L’acquaforte” , 1879