Nel panorama complessivo dell’arte piemontese tra XIX e XX secolo, si nota la mancata attenzione, da parte della critica ufficiale e del pubblico, verso alcuni artisti meno conosciuti e dei quali la stessa memoria storica e artistica rischia di perdersi. Questi artisti per vari motivi non hanno avuto quella risonanza pubblica che avrebbe permesso alla loro opera di essere inserita nei più importanti repertori d’arte ancora oggi in uso.
In tale prospettiva l’ARVAPP Onlus ha sentito l’esigenza, in conformità con i suoi obiettivi statutari, di attivare questo progetto di recupero che intende svolgere un’azione di valorizzazione e tutela del patrimonio artistico.
Il sito è realizzato con la collaborazione di una commissione di esperti di settore, studiosi, storici e critici dell’arte che hanno svolto un capillare lavoro di ricerca con la raccolta dei dati tecnico-artistici necessari a individuare il profilo degli artisti e la consultazione di archivi e repertori d’arte in collezioni pubbliche e private.
Il progetto si è sviluppato come un censimento degli artisti piemontesi vissuti tra Ottocento e Novecento, da estendersi anche, in un secondo momento, agli artisti contemporanei.
Gli artisti sono stati suddivisi in ordine alfabetico.
Tutti i suggerimenti, gli aggiornamenti, le segnalazioni provenienti dai fruitori del sito o da esperti in materia saranno vagliati da una commissione artistica, verranno verificati, riorganizzati e inseriti in forma definitiva in queste pagine.
Il sito fornisce agli associati, agli studiosi, ai volontari culturali, ai cittadini, alla collettività uno strumento efficace e gratuito di informazione e consultazione, facilmente consultabile e scaricabile, al contrario di quanto succede per le grandi enciclopedie on-line e per alcuni noti Dizionari Biografici degli artisti.
Molte immagini sono inedite perché appartenenti a collezioni private mai immesse nel circuito dell’arte; sono state fornite gratuitamente e sono state elaborate, quando necessario, da personale tecnico specializzato. Sono assolti tutti gli obblighi di legge in termine di privacy (D. L.gs 196/2003).
Partner del progetto è l’associazione di volontariato culturale VIVANT che percorre una strada parallela nella ricerca di pittori appartenenti ad ambiti famigliari e a classi sociali elevate o aristocratiche. La collaborazione tra le due associazioni era già stata avviata nell’ambito del progetto “Recherche sui pittori di famiglia”.